F. alias Eliza la figlia della fortuna.

Donna sorridente e scanzonata.
Il mio primo amore è e sarà in eterno l’arte. Leggere, scrivere, dipingere, fotografare.
La psicologia è il secondo amore che studio e pratico con devozione.
Da piccola sognavo di avere una rubrica su un quotidiano, una di quelle ironico-psicologiche, di quelle che aiutano e fanno sorridere. Un angolo di ascolto libero.
Da bambina eccessivamente silenziosa a donna assolutamente rumorosa.

ho perso tanti di quei pomeriggi di studio dietro a libri e disegni e colori.
Ho giurato a me stessa che non morirò prima di aver visto il Cile. L’amato cile dei miei amati libri.  Fra neruda Marquez e Allende. Baricco, D’annunzio, Montale, Pavese. Sepulveda, Serrano e Freud. Buwkoski. Un miscuglio di generi e passioni. Adoro i manga e i libri di storia.
Ho una malsana perversione per la storia dei Borgia e quindi Leonardo Machiavelli e tutto quello che ha girato intorno a questa famiglia potente e altre piccole fisse come le colonne sonore dei film.

Collage di Picnikroma3

SCONFUSIONATA SQUISITAMENTE NEVROTICA… FACCIO IRONIA DI SECONDO NOME… SEMPRE DI CORSA SEMPRE IN CERCA DI CHISSà COSA…

Sempre il bicchiere mezzo pieno, persino nella baraonda più totale c’è un motivo per ridere… perché le mia vita è tragicomica a tratti esilarante… perché riesco a rendere buffo anche ciò per gli altri è drammatico… perchè ridere di sè stessi è manifestazione di umiltà e intelligenza.